Da vittima degli eventi al ritorno di RavaNello

Oggi è il 5 gennaio e dopo più di 7 mesi faccio capolino qui sul blog.
Perchè così tanto?
Bella domanda.
Potrei rispondere con «Ah! Sapessi! Ho lavorato tantissimo, ho collaborato con un sacco di gente fantastica e adesso vi racconto tutto…» oppure «Ah! Ho fatto un viaggio meraviglioso alla Steve Jobs per riscoprire me stessa», ma non lo farò. Non sarebbe la verità.

Non ci sono stata perchè, purtroppo, ho passato un periodo difficile (sarà stata colpa dell’anno bisestile?), alla fine del quale sono caduta in un mare di depressione e autocommiserazione dal quale non riuscivo più ad uscire.

Hai mai provato la senzazione di essere “vittima degli eventi“? Finisci in un vortice di casini che accadono uno dopo l’altro senza darti tregua.
Il mio turbine malefico è iniziato con un trasloco, che di per sè non è una cosa negativa (anche se un po’ stressante), anzi…Nel mio caso è stato un miglioramento. Peccato che, poco dopo aver fissato la data del trasferimento, mia mamma sia finita in ospedale e ci sia restata per circa un mese.
Mi sono ritrovata da sola e avevo troppe cose da fare per mettermi lì a piangere. Quindi, mi sono rimboccata le maniche e ho tirato dritto: di giorno mi occupavo delle scatole e di tutto quello che serve per un trasloco, di sera andavo in ospedale a fare compagnia a mia mamma.
Dopo giorni di disperazione e di stress a palla (e dopo aver visto mia mamma in uno stato in cui non vorresti mai vedere una madre), finalmente torniamo nella nuova casetta piena di scatoloni.

E io, che dopo questa tempesta, speravo di passare il periodo estivo in una quasi tranquillità…TRACK! Non avevo fatto i conti con colui che ha fatto una sola cosa buona nella sua vita (ovvero produrre il mio spermatozoo): mio padre.
Ora te la faccio io una domanda: che razza di padre è quello che invece di gioire ed essere fiero dei piccoli traguardi della figlia, la spia per mesi con il solo scopo di attuare una vendetta personale per un qualcosa che lui solo sa?
Beh, la risposta è: MIO PADRE!

Insomma, ora capisci perchè il morale mi era finito un po’ tanto sotto le scarpe.

Ma la bella notizia è che, piano piano, sto tornando a riva.
Sto dedicando più attenzioni a me stessa, cercando di ritrovare quell’energia positiva che mi ha permesso di arrivare fino a qui.
[Questo sarà anche uno dei motivi per cui sarò meno presente sul blog e sui social nel corso dei prossimi mesi.]

Per riprendermi, mi sono armata di stratagemmi (e poi ti dirò se funzionano) per visualizzare meglio il mio cambiamento:

barattolo felicità buoni propositiIL BARATTOLO DELLA FELICITÀ
Ogni domenica scrivo su un foglietto una o più cose che mi hanno resa felice nel corso della settimana (una passeggiata, una chiacchiera con gli amici, un film che mi è piaciuto….) e lo metto nel barattolo. Alla fine dell’anno (o nei momenti bui) lo aprirò e rileggerò tutte le piccole cose che mi hanno dato gioia nel corso dell’anno.

julia cameron crescita personale creatività LA VIA DELL’ARTISTA
Ho deciso di iniziare il percorso di riscoperta della mia creatività con questo libro di Julia Cameron. Ho comprato dei quaderni bellissimi sui quali scrivere le Pagine del Mattino (se non ne hai mai sentito parlare leggi questo articolo di Pretty in Mad) e mi impegnerò a farlo tutti i giorni (o quasi). Vedremo cosa ne uscirà.

buoni propositi 2017 ravanello planner decorLA LISTA DEGLI OBIETTIVI 2017
L’anno scorso mi sono letteralmente scordata di scrivere i miei buoni propositi per il 2016. Male, malissimo!
Quest’anno ho rimediato facendo non solo la lista, ma proprio una pagina decorata da inserire in bella vista nella mia agenda. E, caschi il mondo, li realizzerò tutti!


Qui finisce il mio lunghissimo post che parla di come sono finita in alto mare e di come, armata di braccioli, sto tornando a riva.
A te è mai successo? Hai voglia di raccontarmi come hai fatto a rialzarti?

 

3 pensieri su “Da vittima degli eventi al ritorno di RavaNello

  1. grande madre Ravanello ha detto:

    sei tosta piccola RavaNello 🙂 vai avanti per la tua strada e non lasciare che niente e soprattutto nessuno 😉 ti metta i bastoni fra le ruote ……io ci sarò sempre per te e finchè le forze mi aiuteranno ti sosterrò sempre qualunque cosa tu faccia ………….
    un abbraccio forte forte <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *