Buoni propositi 2017: ecco come procedono

Siamo a fine giugno, l’estate ufficiale ormai è arrivata da più di una settimana ed è arrivato il momento di fare un resoconto su come stanno andando i miei propositi fatti a inizio anno.

Devo dire che su alcuni sono molto soddisfatta, mentre altri non sono andati come speravo.
La cosa positiva, però, è che sono riuscita a uscire dal tunnel famelico in cui ero caduta la scorsa estate (se non sai di cosa parlo, puoi rileggerlo qui) e sono molto contenta di aver ripreso in mano la mia vita.

bilancio buoni propostiti
Ecco i miei propositi per il 2017 e come stanno procedendo:

VISITARE MUSEI

Nel 2016 i numero di musei/mostre che ho visitato è stato ZERO! Malissimo!
Mi ero riproposta di andarci almeno una volta al mese, ma fino adesso, ho fallito miseramente e il numero rimane sempre zero. Buuuuh!


MENO PERFEZIONISMO

Su questo punto, invece, sto lavorando molto e sto raggiungendo dei risultati.
Sia nella vita personale che lavorativa, sto cercando di non fossilizzarmi troppo su dettagli che vedo solo io e che non mi fanno andare avanti. Mi sono lanciata a fare cose di cui non ero assolutamente capace (vedi Lindy Hop e improvvisazione teatrale) e nonostante quello che ne esce non sia perfetto, non mi faccio problemi 🙂


LEGGERE ALMENO 30 LIBRI

Dopo anni di vuoto o di libri letti solo per dovere, nel 2016 ho finalmente ricominciato a leggere per il piacere di farlo. Diciamo che darsi l’obiettivo di leggere almeno 30 libri è stato un po’ azzardato per me, ma ho voluto tentare e… ehm… Sono a quota 8, ma ehi! Prometto di recuperare quest’estate.
[Se hai qualche titolo da consigliarmi, accetto volentieri proposte]


LAMENTARSI MENO, COSTRUIRE DI PIÙ

Ammetto che non è facile, sono molto propensa alla lamentela. Ma sto cercando, soprattutto nel lavoro, di evitare di star lì ad autocommiserarmi guardando i brand di successo degli altri e a darmi da fare per portare avanti il mio.
E, soprattutto, ad apprezzare e festeggiare le cose belle che mi succedono!


AUTOSTIMA

Ah, questa sconosciuta. È difficilissimo uscire dalla condizione mentale della bassa autostima e cercare di tappare la bocca a quel mostriciattolo impostore che alberga nelle nostre teste, ma ci sto facendo attenzione e i risultati si vedono: più sicurezza, più sfacciataggine, più orgoglio e fierezza per i risultati che ottengo!


GUIDARE

Questo è il proposito che ho realizzato per primo e ne sono super fiera!
No, non ho preso la patente. Quella ce l’avevo già dal 2012, ma per mancanza di macchina in famiglia e per mancanza di necessità, non ho mai guidato in questi 4 anni.
A inizio anno, però, ho preso coraggio (e qualche ripasso di guida) e mi sono iscritta a tutti i car sharing presenti a Torino. Adesso nulla mi può fermare!


COLTIVARE IL MIO FRANCESE

Dopo il mio viaggio-tirocinio a Bordeaux, non ho più avuto occasione di parlare francese con qualcuno e, ahimè, lo sto perdendo.
Purtroppo non ho ancora avuto modo di rimettermi in pari, più per mancanza di tempo che altro. Ma prometto di rimediare guardando tutti i film francesi usciti nell’ultimo periodo.


FARE UN VIAGGIO

Mi sono iscritta per il quarto anno di seguito ad uno scambio internazionale e quest’estate la destinazione sarà: la Polonia!
Inoltre, se il raduno di teatro d’improvvisazione a Chianciano Terme si può considerare un viaggio, sono già a quota due! Yuppi!


FORMAZIONE PER IL MIO BIZ

RavaNello non è ancora considerabile un business, ma sta crescendo e ha bisogno di migliorare sempre di più.
Per adesso ho partecipato al corso Dorothea di Rita Bellati, un workshop per imparare a usare Instagram nel modo più efficace per il proprio brand.
Ma non basta: per questa estate ho già in programma di mettermi sotto con lo studio con dei libri e dei corsi online per continuare la mia formazione. Sono già in lista Sempre più verde e Tutto fa branding di Gioia Gottini e Etsy passo dopo passo di Francesca Baldassarri.


LETTERING

Ahimè, a parte le quattro scritte che ho fatto per i miei calendari scaricabili, anche questo proposito è al livello zero.
Ho scaricato dei template e dei mini-corsi per imparare nuovi alfabeti…metto tutto in coda per l’estate (sarà un estate impegnativa).


TROVARE IL MIO CENTRO

Ancora non l’ho trovato, forse perché è in continuo divenire.
In ogni caso ho capito cosa mi serve per stare bene e vivere la mia vita in modo sano: uscire con gli amici, prendermi dei momenti di solitudine, fare delle pause e apprezzare le cose belle che mi succedono e che mi fanno stare bene.

Anche tu hai fatto dei propositi a inizio anno? Come stanno andando?
Scrivilo nei commenti qui sotto: sarò felice di leggerti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *